Blog: http://ladymercury.ilcannocchiale.it

Dear God of fuck-ups,

Bisognerebbe sempre ascoltare i consigli degli angeli in incognito. 
Bisognerebbe credere alle loro parole, ai loro ammonimenti. Ai loro lascia perdere, quando sanno che qualsiasi passo nella direzione che si vorrebbe disperatamente intraprendere può solo diventare un altro, ennesimo rimpianto da elaborare, dimenticare e superare.
Bisognerebbe dargli retta, certo.
Perché avere i giorni contati e decidere ugualmente di procedere in direzione ostinata e contraria al buon senso e alla ragione è la ricetta perfetta per i fuck-up di dimensioni apocalittiche.
E quando ci si risveglia, si rimettono insieme come un collage i pezzi di una nottata annegata in quantità di alcool ai limiti del tossico, non sempre il risultato è quello che ti aspetteresti. 
E, ovviamente, ti manca il coraggio. 
All'improvviso, quel biglietto già pronto da settimane sulla scrivania sembra quasi un'opzione allettante. O forse no, fai solo finta di illuderti che possa essere così.
Perché, da un lato, vuoi fuggire dalla collezione di macroscopici errori di valutazione e di tempismo, ma dall'altro, vorresti avere un'altra occasione per capire le reali proporzioni del tuo essere in errore.
Sapendo che, forse, potresti aver frainteso meno di quanto pensi. 
There again, bisognerebbe ascoltare gli angeli in incognito. 
Ma quando sono taciturni dallo sguardo impenetrabile, tentare di cogliere il senso diventa improvvisamente più difficile. Soprattutto quando non c'è una bottiglia di vodka a rendere la comunicazione incredibilmente più semplice. 
Ma ovviamente, non ci sarà tempo, right?
Lady Mercury

Pubblicato il 24/8/2012 alle 11.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web